mercoledì 8 Dicembre 2021
HomeIn primo pianoEdilizia scolastica, a novembre bandi per 5 miliardi di euro

Edilizia scolastica, a novembre bandi per 5 miliardi di euro

“Entro novembre siamo pronti a fare bandi per 5 miliardi di euro: 3 miliardi per asili e scuole dell’infanzia, 400 milioni per le mense, 300 milioni per le palestre, 800 milioni per nuove scuole e 500 per la ristrutturazione degli istituti e la messa in sicurezza”.
Lo ha annunciato il Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi presentando i contenuti per l’Istruzione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) in una conferenza stampa giovedì scorso a Palazzo Chigi, alla presenza del Presidente del Consiglio Mario Draghi, con Maria Cristina Messa (Ministra dell’Università e della Ricerca).
Il Piano prevede riforme e investimenti che riguarderanno gli Istituti tecnici e professionali, l’orientamento per accompagnare gli studenti nella scelta del percorso di formazione, il reclutamento e la formazione degli insegnanti, i nuovi ambienti per la didattica e l’edilizia, l’innovazione dei contenuti didattici.
In particolare, per la parte relativa agli investimenti, il PNRR prevede uno stanziamento di 17,59 miliardi di euro.
Quelli che verranno messi a bando a novembre sono gli investimenti per l’edilizia scolastica; di alcuni di essi abbiamo dato conto nelle scorse settimane:
– 3 miliardi di euro per asili e scuole dell’infanzia, parte del corposo investimento da 4,6 miliardi di euro per la costruzione, la ristrutturazione e la messa in sicurezza delle strutture;
– 400 milioni di euro per le mense, ricompresi nel piano da 960 milioni di euro per l’estensione del tempo pieno, che prevede la costruzione o il rinnovo degli spazi adibiti a mensa per almeno 1000 strutture;
– 300 milioni di euro per le palestre, per il potenziamento delle infrastrutture per lo sport a scuola;
– 800 milioni di euro per nuove scuole, per la sostituzione di edifici scolastici e per lavori di riqualificazione energetica;
– 500 milioni di euro già assegnati agli enti locali per nuova costruzione, adeguamento sismico ed efficientamento energetico di edifici scolastici.
“Come governo abbiamo voluto cominciare il cammino del PNRR dalla Scuola, dall’Università e dalla Ricerca – ha dichiarato il Ministro Bianchi -. L’Istruzione è al centro del futuro del Paese: è il segnale che stiamo dando all’Italia”.

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments