Progettazione delle opere prioritarie: altri 30 milioni di euro per il Fondo

0
278
Close Up Of Two Architects Discussing Plan Together At Desk With Blueprint

Altri 30 milioni di euro per la progettazione delle opere prioritarie: potranno essere utilizzati dagli enti per la redazione dei progetti di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese e la project review delle infrastrutture già finanziate. E’ quanto si evince dal D.M. 594/2019 pubblicato dal Ministero delle Infrastrutture (Mit), che ripartisce le risorse reintegrate sull’annualità 2019, precedentemente ridotte dalla Legge di Bilancio 2019, e permette l’utilizzo dei residui del triennio 2018-2020 pari a circa 8,864 milioni di euro.
Le risorse sono state ripartite e rimodulate proporzionalmente tra:
– 15 Autorità Portuali per un totale di 8.537.000 euro;
– 14 Città Metropolitane per 4.269.000 euro;
– 14 Comuni capoluogo delle Città Metropolitane per 8.537.000 euro;
– 37 Comuni capoluogo di Regione o di Provincia autonoma e i Comuni con popolazione superiore a 100mila abitanti per 8.537.000 euro.

Le risorse assegnate ai beneficiari sono destinate alla progettazione di fattibilità delle infrastrutture e degli insediamenti prioritari per lo sviluppo del Paese, alla project review delle infrastrutture già finanziate ed alla predisposizione dei PUMS e dei PSM ed alla progettazione di interventi previsti nei precedenti piani e di interventi relativi alle infrastrutture portuali.
Inoltre, sono disponibili, per le stesse finalità, i residui non utilizzati ammontanti a euro 8.863.803,52 relativi alle annualità 2018-2019-2020 già ripartiti come da Allegato 1 al DM 171/2019 tra gli Enti Beneficiari che non ne hanno fatto richiesta a suo tempo.
Fino al giorno 4 agosto 2020 gli enti possono presentare la proposta per accedere alle risorse assegnate e quelli, tra gli stessi Enti beneficiari, che non abbiano fatto richiesta per gli stanziamenti assegnati dal DM 171/2019 possono inviare l’istanza integrata con le risorse aggiuntive.
L’accesso al finanziamento avviene mediante l’invio della proposta all’indirizzo PEC: fondoprog.iip@pec.mit.gov.it e per conoscenza all’indirizzo PEC: fondomit.opereprioritarie@pec.cdp.it.
Le proposte devono essere presentate utilizzando gli allegati messi a disposizione sul sito del MIT e secondo le modalità indicate. Per la data/ora di presentazione telematica della proposta fa fede quella di invio da parte dell’Ente beneficiario.
Il Fondo per la progettazione delle opere prioritarie è stato istituito dall’articolo 202 del Codice Appalti e finanziato con 490 milioni di euro dal Fondo Investimenti della Legge di Bilancio per il 2017 (L.232/2016).
All’inizio dell’anno, un decreto del Ministero delle infrastrutture ha messo a disposizione 110 milioni di euro per il triennio 2018 – 2020.
A seguito dell’emanazione della Legge di Bilancio 2019 è stato ridotto di 30 milioni di euro.
Con il DM 594/2019 il Fondo torna allo stanziamento iniziale, con le risorse reintegrate sull’annualità 2019.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here