lunedì 26 Settembre 2022
HomeIn primo pianoIl gettito fiscale in Italia grava in misura maggiore sui lavoratori autonomi

Il gettito fiscale in Italia grava in misura maggiore sui lavoratori autonomi

Secondo i dati diffusi dall’Ufficio studi della CGIA di Mestre sulla base delle dichiarazioni dei redditi 2016, l’Irpef incide soprattutto sui possessori di partiva Iva, che, pur costituendo solo l’11,4% del totale delle persone fisiche presenti in Italia, costituiscono i contribuenti più tassati. Il gettito Irpef derivante da questi ultimi, infatti, ammonta a poco più di 4.700 euro, superiore a quanto trattenuto dalla busta paga dei lavoratori dipendenti, pari a 4.000 euro, e dai pensionati, circa 2.900 euro.

I lavoratori dipendenti e i pensionati rappresentano in Italia l’87,5% del totale dei contribuenti Irpef (35.650.000 in numero), con un prelievo complessivo di 127 miliardi di euro all’anno, pari all’81,9% del gettito totale Irpef). I lavoratori autonomi, invece, versano allo Stato quasi 22,5 miliardi di euro (pari al 14,5% del totale).

Se consideriamo la ripartizione territoriale, è la Lombardia la regione che si colloca al primo posto sia per numero di lavoratori attivi (oltre 3.785.000 dipendenti e poco più di 839.000 partite Iva) che per gettito fiscale (35,1 miliardi di euro). Seguono il Lazio (poco più di 2 milioni; 17,7 miliardi), il Veneto per numero di lavoratori (intorno ai 463.300) e l’Emilia Romagna per gettito complessivo (14,1 miliardi).

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments