Cabina di Regia per l’Internazionalizzazione: 12,3 miliardi di investimenti esteri sul Real Estate

0
193

Si è svolta ieri la Sessione straordinaria per l’attrazione di investimenti esteri della Cabina di Regia per l’Italia Internazionale, organizzata dai Ministeri degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dello Sviluppo Economico.
Per la prima volta la Cabina di Regia ha approfondito non solo le strategie per una presenza più incisiva delle aziende italiane sui mercati esteri, ma anche le opportunità per attrarre nel nostro Paese investimenti esteri, determinando occasioni di crescita e di sviluppo.
“È la novità più rilevante di questa Sessione” commenta il presidente Antonio Lombardi: “In Cabina di regia non si parla più soltanto delle imprese italiane che vanno all’estero, ma anche di come attrarre capitali stranieri nel nostro tessuto economico, in una ottica bidirezionale”.
La prima grande opportunità viene dal Real Estate: “I fondi stranieri che investono in questo settore ammontano a 12,3 miliardi nel 2019 – aggiunge ancora il presidente Lombardi – ma per incentivare ancora questi investimenti, oggi particolarmente interessanti per i bassi tasti di interesse dei fondi immobiliari e che rappresentano importante liquidità, bisogna rendere ancor più attrattivo il nostro mercato edilizio e immobiliare, sburocratizzando e semplificando il Testo unico per l’edilizia”. Infatti secondo la Banca Mondiale, sono necessarie ancora 14 procedure, 198 giorni ed un costo pari al 4,6% del valore del capannone oggetto di studio per ottenere un permesso di costruzione in Italia (Doing Business 2020 Banca Mondiale).
Federcepicostruzioni in Cabina di Regia ha inoltre prospettato la possibilità di operazioni in project financing sui progetti infrastrutturali coinvolgendo i fondi di investimento stranieri: “Ma anche in questo ambito – ha aggiunto il presidente di Federcepicostruzioni – occorre garantire regole chiare e tempi certi. Lo Studio Ambrosetti con il Global Attractiveness Index, colloca l’Italia al 16° posto per attrattività. Bisogna intervenire su tutti gli indici, specificati nello studio, che bloccano gli investimenti esteri e che sono noti da tempo: eccessiva burocrazia, regole poco chiare, giustizia lenta”.
Rolando Marciano, presidente della Confederazione Europea delle piccole imprese (CEPI), ha infine commentato, a margine dell’incontro: “Lo strumento della Cabina di regia per l’internazionalizzazione è fondamentale perché dinamico ed in grado di coordinare le diverse domande che lì sono rappresentate. È evidente che pur avendo un comune obiettivo l’internazionalizzazione ha un significato diverso per molti degli attori imprenditoriali presenti al tavolo. Noi abbiamo cercato di portare anche in questa sede le esigenze delle piccole e medie imprese. L’internazionalizzazione è una strada a due direzioni che mira a far crescere e consolidare gli scambi e gli investimenti reciproci. Una strada che dobbiamo percorrere ancora di più oggi di fronte alle chiusure che ci sono state imposte dalla pandemia.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here