Scuole, 855 milioni per la manutenzione straordinaria degli istituti superiori

0
119

Riqualificare gli istituti scolastici in vista della riapertura di settembre: la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha firmato un decreto che mette a disposizione di Province e Città Metropolitane 855 milioni di euro per la manutenzione straordinaria delle scuole superiori. Il Ministero dell’Istruzione ha inoltre pubblicato la graduatoria degli enti locali beneficiari del finanziamento per interventi di “edilizia leggera”.
Ma procediamo con ordine: in arrivo 855 milioni per il finanziamento di interventi di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico, in favore di edifici scolastici di Province e Città metropolitane.
Il decreto, sottoscritto anche dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, stanzia le risorse per le scuole secondarie di secondo grado ed è già alla firma del Presidente del Consiglio. Subito dopo saranno ripartite le risorse tra le Province e le Città metropolitane sulla base della popolazione scolastica e del numero degli edifici scolastici presenti sul territorio.
Gli Enti locali dovranno individuare e comunicare gli interventi che vorranno realizzare in via prioritaria. Per accelerare l’attuazione di queste opere, anche alla luce dell’attribuzione dei poteri commissariali a Sindaci e Presidenti di Province e Città metropolitane, nei prossimi giorni il Ministero fornirà agli Enti locali le indicazioni operative per l’inoltro dei piani di interventi da attuare che verrà effettuato tramite apposito sistema informativo.
Sul sito del Ministero sono stati infine pubblicati i risultati relativi al bando che ha messo a disposizione 330 milioni di euro per il finanziamento di interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid-19.
Gli Enti locali hanno potuto richiedere complessivamente oltre 290 milioni di euro. Secondo i primi dati, la Lombardia è la Regione che ha partecipato con il numero più alto di candidature (720) seguita dal Piemonte con 619, Campania, 361 e Veneto con 338.
Sarà subito assegnato oltre l’87% delle risorse totali disponibili. In questo modo Comuni, Province, Città Metropolitane, potranno iniziare i lavori da subito, con adeguamento e adattamento funzionale e per forniture di arredi e attrezzature scolastiche idonei a favorire il necessario distanziamento tra gli studenti.
Poiché dei 330 milioni di euro previsti, al momento sono stati assegnati 290 milioni, il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato un nuovo avviso per quelli che non sono riusciti ad accreditarsi in tempo. Le nuove candidature potevano essere inoltrate fino al 10 luglio scorso. Si attende ora la nuova graduatoria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here