giovedì 18 Luglio 2024
HomeIn primo pianoTrani, Progetto CMR per la realizzazione del nuovo ospedale oncologico

Trani, Progetto CMR per la realizzazione del nuovo ospedale oncologico

Un ospedale oncologico di nuova generazione, affacciato sul Mediterraneo: è quello che sorgerà a Trani, in Puglia, disegnato da Progetto CMR per OHPA, Operative Holding Procurement & Assets, Spa. Si chiamerà Misericordia Cancer Hospital (MI.CA.HO) e punta a diventare un polo di eccellenza.

L’idea di mettere le persone al centro e umanizzare l’esperienza ospedaliera ha guidato i professionisti di Progetto CMR, che hanno adottato un approccio “InsideOut” – cioè progettando partendo dall’interno verso l’esterno – come è proprio di questo studio milanese di progettazione integrata.

L’innovazione riguarda la concezione degli spazi, ma anche le dotazioni tecnologiche per cura e diagnosi. Il progetto, dall’esterno agli spazi interni, vuole infatti creare un ambiente umano, sostenibile e sereno, in cui tutti – pazienti, familiari e personale medico – potranno sentirsi accolti e protetti.

Per la realizzazione, saranno messi in campo investimenti per circa 450 milioni di euro. Per quanto riguarda i tempi, sono previsti 36 mesi di cantiere.

Il progetto architettonico

Il nuovo ospedale oncologico sorgerà su una superficie di circa 70.000 metri quadri lordi, situata in un lotto della Provincia di Barletta – Andria – Trani già servito dalle infrastrutture locali, ben raggiungibile sia dall’Aeroporto di Bari Palese sia dalla Stazione Ferroviaria di Trani.

L’edificio si svilupperà longitudinalmente su un’area verde: all’interno di un parco con vegetazione mediterranea autoctona sono previsti i parcheggi e i servizi.

Una scalinata permetterà di accedere al piano terra, dove si svolgeranno esami diagnostici e terapie. Il primo piano sarà dedicato invece all’accoglienza, con accettazione, servizi ambulatoriali e ristorazione.

Rendering dell'interno del nuovo ospedale oncologico di Trani firmato Progetto CMR

L’area delle degenze occuperà i piani dal secondo al quarto, ed è pensata per essere quella più “intima”. Qui ci saranno stanze singole per ogni paziente, dotate di servizi e di una loggia affacciata sul mare o, in alternativa, sul parco e i giardini.

L’attenzione a verde, salute e benessere

Le aree verdi saranno particolarmente innovative in questo progetto, poiché sono previsti quattro giardini terapeutici in cui i pazienti potranno svolgere terapie all’aria aperta. Uno di questi quattro giardini sarà riservato ai pazienti pediatrici: situato al quarto piano, avrà accanto anche una foresteria dedicata ai genitori dei bambini ricoverati.

Questi dettagli progettuali e l’attenzione alla salute delle persone a 360° fanno sì che Progetto CMR con MI.CA.HO punti a raggiungere il livello platinum del protocollo WELL Health & Safety e della certificazione Leed.

L’edificio risponderà ai criteri più all’avanguardia in ambito di sostenibilità energetica e ambientale, frutto del lavoro di un team multidisciplinare.

Credits

RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments