Transizione ecologica: arrivano 580 milioni dall’Unione Europea

0
31

E’ stato aperto in questa settimana il bando 2021 per accedere ai fondi europei del programma Life 2021-2027. La Commissione Europea, con il nuovo regolamento 2021/783 del 29 aprile 2021 ha messo infatti a disposizione più di 580 milioni per il contrasto al cambiamento climatico e la transizione verso l’economia green.

La notizia è apparsa sul sito del Ministero della Transizione Ecologica, dove si legge che l’attuale programma sostituisce quello precedentemente in vigore per il periodo 2014-2020.

Le aziende interessate possono presentare le proprie proposte attraverso il sito del MiTE e la procedura di selezione sarà gestita dall’Agenzia esecutiva europea per il clima, le infrastrutture e l’ambiente. Il contributo è accessibile a tutte le persone giuridiche degli Stati membri e negli altri Stati aderenti al programma Life ed è aperto alle imprese di tutte le dimensioni. Il cofinanziamento a fondo perduto che viene erogato dal programma europeo in genere consente di coprire fino al 60% delle spese ammissibili, salvo alcune eccezioni.

Le due linee di azione: Ambiente e Azione per il Clima

Il programma è strutturato in 2 settori, per ciascuno dei quali sono previsti due sottoprogrammi:

Settore AMBIENTE:

  • sottoprogramma Natura e biodiversità;
  • sottoprogramma Economia circolare e qualità della vita;

Settore AZIONE PER IL CLIMA:

  • sottoprogramma Mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici;
  • sottoprogramma Transizione all’energia pulita.

Almeno il 60% delle risorse assegnate a sovvenzioni per progetti nel settore Ambiente è destinato al sottoprogramma Natura e biodiversità, mentre nel secondo gruppo di azioni le risorse maggiori vengono stanziate per la Transizione all’energia pulita.

I progetti che possono usufruire della sovvenzione

Il programma Life 2021-2027 eroga sovvenzione per i seguenti tipi di progetto:

  • Progetti strategici di tutela della natura che sostengono il conseguimento degli obiettivi UE in materia di natura e di biodiversità anche attraverso l’attuazione coordinata dei quadri di azione prioritaria istituiti in applicazione della direttiva 92/43/CEE.
  • Progetti strategici integrati che attuano su scala regionale, multiregionale, nazionale o transnazionale i piani d’azione o le strategie per l’ambiente o il clima elaborati dalle autorità degli Stati membri e disposti da specifici atti normativi o politiche dell’UE in materia di ambiente, clima o energia pulita.
  • Progetti di assistenza tecnica ovvero lo sviluppo della capacità di partecipazione a progetti di azione standard, la preparazione di progetti strategici di tutela della natura e di progetti strategici integrati, la preparazione all’accesso ad altri strumenti finanziari dell’UE, o altre misure necessarie per perseguire gli obiettivi di LIFE.
  • Altre azioni necessarie al fine di conseguire gli obiettivi generali del programma, comprese azioni di coordinamento e di sostegno volte al rafforzamento delle capacità, alla divulgazione di informazioni e conoscenze e alla sensibilizzazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here