Casa: compravendite giù in II trimestre. Si torna ai livelli 2010: segnali negativi anche dai mutui

0
54
A census taker walks over a field among cows as he makes his way to another interview in Bavaria on the first day of the 2011 Federal Census on May 9, 2011 in xx, Germany. Germany has launched its 2011 census nationwide with over 6,000 volunteer interviewers armed with census forms and interview addresses conducting personal interviews, while other inhabitants in Germany will fill out forms they received in the post or downloaded online. The Census will be conducted until July 31 and comes as a requirement from the European Union.

Nel secondo trimestre 2019 l’Istat registra un calo delle compravendite immobiliari dell’1,7% rispetto al trimestre precedente con 216.483 convenzioni notarili.

Rispetto al secondo trimestre del 2018, le transazioni aumentano invece del 3,5%.

L’indice destagionalizzato torna così ai valori medi del 2010, dopo averli superati nel trimestre precedente. La flessione congiunturale riguarda soprattutto il Centro (-3,7% per le abitazioni), ma interessa anche il Nord (-1,5%) che tuttavia continua a superare i valori medi del 2010.

Il Mezzogiorno, al contrario, resta sostanzialmente stabile, con le Isole che segnano -0,8% e il Sud -0,2%. “L’indice destagionalizzato di mutui, finanziamenti e altre obbligazioni con costituzione di ipoteca immobiliare continua a registrare segnali negativi su tutto il territorio nazionale”, osserva l’Istat, con un calo del 5,9% rispetto al trimestre precedente e del 6,4% su base annua.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here