Edilizia scolastica, 66 milioni per il consolidamento di solai e controsoffitti

0
84
Un vigile del fuoco indica il punto del crollo del soffitto in un'aula del liceo classico Dettori di Cagliari, 29 Novembre 2013. ANSA / GIUSEPPE UNGARI

Al via il piano straordinario di prevenzione dei crolli di solai e controsoffitti nelle scuole. Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) ha pubblicato il bando per la realizzazione di verifiche e indagini diagnostiche, ed eventualmente interventi urgenti, da finanziare con 65,9 milioni di euro.
Le risorse del piano straordinario di prevenzione dei crolli di solai e controsoffitti saranno suddivise nel modo seguente: 40 milioni di euro per le verifiche e 25,9 milioni di euro, da assegnare successivamente, per gli interventi urgenti di messa in sicurezza che dovessero rendersi necessari all’esito delle indagini.
Il 30% delle risorse è riservato a Province e Città Metropolitane, mentre la parte restante andrà a Comuni e Unioni di Comuni.
Gli Enti Locali possono presentare la propria candidatura entro le ore 15 del 29 novembre 2019.
Le domande saranno valutate sulla base dei seguenti criteri: vetustà degli immobili, con particolare riferimento agli edifici costruiti prima del 1970, collocazione in zona sismica, popolazione scolastica coinvolta, tipologia costruttiva dei solai, assenza di finanziamento negli ultimi cinque anni per interventi strutturali o per indagini diagnostiche, eventuale quota di cofinanziamento.
“Il bando per il finanziamento destinato alla prevenzione di crolli conferma la priorità del tema sicurezza, già indicata tra le linee programmatiche appena presentate” ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Lorenzo Fioramonti che ha ricordato di aver chiesto la costituzione di una task-force sull’edilizia scolastica, per supportare gli enti locali anche nel coordinamento di appalti, gare e ricostruzione degli edifici scolastici.
“Una delle maggiori ragioni di insicurezza delle nostre scuole – dichiara la viceministra Anna Ascani – è il crollo di intonaco dai soffitti: tra settembre 2018 e luglio 2019 Cittadinanzattiva ha registrato un crollo ogni 3 giorni, mai così tanti dal 2013. Questo Piano straordinario, al quale destiniamo 65,9 milioni, servirà a conoscere in maniera puntuale lo stato in cui versano i nostri edifici e a mettere a disposizione risorse necessarie per intervenire su ciò che non va”.
“Accogliamo favorevolmente il bando del Miur che rende disponibili 40 milioni di euro per gli Enti locali per finanziare le verifiche strutturali per solai e controsoffitti degli edifici scolastici e quasi 26 milioni da assegnare successivamente per interventi urgenti di messa in sicurezza che dovessero rendersi necessari all’esito delle indagini, raccogliendo così una sollecitazione più volte rappresentata dall’Anci” – ha commentato Cristina Giachi, presidente della commissione Istruzione, politiche educative ed edilizia scolastica dell’Associazione nazionale comuni italiani (Anci).

Ciononostante, rileva Giachi, c’è la necessità di “ulteriori risorse per la totalità degli interventi che si renderanno necessari a seguito delle indagini per consentire ai sindaci una programmazione dei lavori che dovranno essere finanziati con risorse a ciò dedicate”.

“Al momento – precisa Giachi – le risorse rese disponibili a livello centrale con i mutui BEI 18/20 sono quasi 10 volte inferiori al reale fabbisogno emerso dalla programmazione triennale 2018/2020. A tal proposito auspichiamo che quanto prima – conclude la presidente di commissione Anci – siano resi effettivamente disponibili le risorse dell’annualità 2018 dei mutui BEI così da consentire finalmente a Comuni, Città metropolitane e Provincie di avviare interventi programmati da circa due anni”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here