Concessioni autostradali, gare per 2 miliardi tra A21 e A5

0
56

Il ministero delle Infrastrutture e dei trasporti ha pubblicato il maxibando per assegnare le autostrade attualmente gestite da Sias (gruppo Gavio). In gara le concessioni delle tratte autostradali A21 Torino-Alessandria-Piacenza, A5 Torino-Ivrea-Quincinetto, la bretella di collegamento A4/A5 Ivrea-Santhià, la diramazione Torino-Pinerolo e il Satt (Sistema autostradale tangenziale torinese).

Il maxibando prevede l’assegnazione delle tratte autostradali attualmente gestite da Sias (gruppo Gavio). La concessione Ativa è scaduta nel 2016 mentre la concessione Satap A21 è scaduta il 30 giugno 2017. Le due tratte vanno in gara in un’unica concessione per ottemperare alle disposizioni di Bruxelles, che ha sempre bloccato l’ipotesi di accorpare e prorogare alcune concessioni autostradali del Gruppo Gavio, in cambio della realizzazione di investimenti (in particolare il completamento della Asti-Cuneo).

Il valore totale è di oltre due miliardi (2.022.185.799 euro). La concessione riguarderà la gestione delle tratte autostradali ma anche la progettazione e l’esecuzione dei lavori finalizzati al miglioramento delle condizioni di sicurezza delle infrastrutture stradali. Il nuovo concessionario subentrerà in tutti i rapporti attivi e passivi, con esclusione di quelli di natura finanziaria, esistenti alla data dell’effettivo subentro, previo pagamento ai concessionari uscenti di un valore di indennizzo, se dovuto, relativo agli interventi realizzati e non ancora ammortizzati, allo stato quantificabile in via previsionale nella misura massima di 305.614.000 euro.

In particolare, il valore stimato degli investimenti è di 1.200.654.000 euro di cui: 134.116.000 euro per valore massimo di indennizzo da corrispondere al concessionario uscente Satap per il tronco A21, 171.498.000 euro per valore massimo di indennizzo da corrispondere al concessionario Società autostrada Torino-Ivrea-Valle d’Aosta (Ativa), 895.040.000 euro al lordo delle somme a disposizione per nuovi interventi finalizzati alla messa in sicurezza dell’infrastruttura stradale, comprensive degli oneri di progettazione.

L’importo complessivo stimato dei lavori relativi ai nuovi interventi è pari a 683.920.000 euro. La categoria prevalente è la Og3 per 435,37 milioni — classifica VIII — qualificazione obbligatoria.

La concessione (della durata di 12 anni) sarà aggiudicata in base ai seguenti criteri: modalità di gestione dell’infrastruttura (massimo 10 punti), analisi trasportistica (10), individuazione di un sistema di esazione che assicuri la tutela dei diritti dei consumatori, favorisca la crescita economica del territorio e sia orientata alla tutela ambientale (5), modalità di gestione/trasmissione informazioni per il concedente ai fini del monitoraggio delle attività in concessione e del mantenimento della corretta allocazione rischi in capo al concessionario (5), tariffa unitaria iniziale di gestione per la tratta autostradale A21 Torino Alessandria Piacenza (17), tariffa unitaria iniziale di gestione per le tratte autostradali A5 Torino Ivrea Quincinetto, bretella di collegamento A4/A5 Ivrea Santhià e Sistema autostradale Tangenziale Torinese Satt (16), tariffa media unitaria di costruzione per le tratte autostradali A5 Torino Ivrea Quincinetto, bretella di collegamento A4/A5 Ivrea Santhià e Satt (12), tariffa media unitaria di costruzione per la tratta A21 Torino Alessandria Piacenza (10), corrispettivo di concessione da riconoscere al concedente non ammissibile ai fini tariffari (5), sostenibilità economico-finanziaria, DSCR medio (5), cronoprogramma interventi (3), durata della concessione (2).

L’ammontare definitivo dei valori di indennizzo da corrispondere ai concessionari uscenti verrà comunicato dal concedente, prima della sottoscrizione del contratto di concessione, tenuto conto della quantificazione degli eventuali benefici finanziari a consuntivo a decorrere dalle date di scadenza delle rispettive concessioni e sino alla data di subentro del nuovo concessionario.

Il bando rimarrà aperto fino al 18 novembre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here