Mit: individuati gli interventi finanziabili di manutenzione della rete viaria, in arrivo 1,6 miliardi

0
575

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il D.M. 16 febbraio 2018 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che ha ripartito le risorse stanziate dalla Legge di Bilancio 2018, pari a 120 milioni per l’annualità 2018 e 300 mln di euro all’anno dal 2019 e 2023.

Per gli interventi finanziabili, individuati dal Mit, le risorse messe a disposizione riguardano, in fase preliminare, la progettazione, la direzione dei lavori, il collaudo, i controlli in corso di esecuzione e finali e le spese tecniche, come quelle relative ai rilievi delle caratteristiche geometriche fondamentali, lo stato dell’infrastruttura, gli studi sul traffico, sul livello di incidentalità, l’esposizione al rischio idrogeologico.

Dal punto di vista operativo, i finanziamenti si estendono alla realizzazione di interventi di manutenzione straordinaria ed adeguamento normativo delle diversi componenti dell’infrastruttura, nonché di miglioramento delle condizioni di sicurezza dell’infrastruttura esistente.

Sono esclusi dal finanziamento la realizzazione di nuove tratte o gli interventi che non rientrano nell’ambito stradale. La mancata o la parziale realizzazione dei lavori nell’annualità di riferimento fa scattare la revoca delle risorse non spese.

La ripartizione delle risorse disponibili, avvenuta tra le Province e le Città Metropolitane, è stata effettuata sulla base della consistenza della rete viaria, del tasso di incidentalità e della vulnerabilità rispetto a fenomeni di dissesto idrogeologico. L’Allegato 3 del D.M. riporta l’elenco dettagliato dell’assegnazione a ciascuna provincia anno per anno.

Rispetto all’importo totale delle risorse messe a disposizione dal Ministero (1,6 miliardi dal 2018 al 2013), la quota maggiore è toccata alla Provincia di Roma con 54 mln di euro. Seguono Torino con 44,8 mln di euro, Napoli con 38 milioni di euro. Il quarto posto spetta alla Provincia di Salerno, cui sono stati destinati ben 37 milioni di euro.

Per la sola annualità 2018, invece, l’importo maggiore ha interessato le Province di Milano (2,5 mln), Bologna (2,1 mln) e Firenze (2 mln).

Si ricorda che il programma per l’annualità 2018 deve essere redatto dagli enti di competenza ed inviato al Mit entro 30 giorni dall’entrata in vigore del D.M. 16 febbraio 2018 (16 giugno 2018).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here