Edilizia residenziale sociale, in Gazzetta il riparto di 250 milioni tra le Regioni

0
227

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (n. 200 del 27 agosto scorso) il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, datato 4 luglio 2019 relativo alla “Delibera CIPE 22 dicembre 2017. Programma integrato di edilizia residenziale sociale. Riparto 250 milioni di euro”.

Con il Programma integrato di edilizia residenziale sociale (elaborato dalla Direzione generale competente del MIT), si possono finalmente attivare interventi di rigenerazione e riorganizzazione urbana al fine di migliorare e ampliare l’offerta di housing sociale, prevedendo anche la messa in sicurezza degli edifici esistenti mediante interventi di adeguamento o miglioramento sismico ed efficientamento impiantistico.

Il Programma ha carattere sperimentale, come si evince dal perseguimento di un “consumo di suolo zero”: l’obiettivo è quello di innescare processi rigenerativi, che prevedano soltanto in via residualenuove costruzioni, orientati ad una alta sostenibilità edilizia, con un efficientamento energetico da perseguire secondo i requisiti per “edifici a energia quasi zero”, così come previsto dalla normativa europea.

Ogni Regione, sulla base di indicatori coerenti con la programmazione regionale dell’edilizia residenziale sociale e rappresentativi del disagio abitativo, sociale ed economico individuerà i comuni che possono presentare le proposte di intervento.

Con un successivo decreto del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle finanze, sarà approvato l’elenco dei Comuni segnalati dalle Regioni per l’ammissione al finanziamento. Con il medesimo decreto verranno definite le procedure, la tempistica e le modalità di monitoraggio del programma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here