Corte di Cassazione: valori OMI insufficienti a certificare il valore di un immobile

0
1233

Secondo quanto espresso dalla Corte di Cassazione nella sentenza del 15 dicembre 2017, n. 30163, risultano illegittimi gli accertamenti avviati dall’Agenzia delle Entrate esclusivamente sulla base di una differenza di prezzo fra quello indicato nell’atto di compravendita e quello calcolato con le quotazioni OMI.

Per i giudici, infatti, come già espresso in altre pronunce (Cass. n. 20089/2017; Cass. 18651/2016), tali indici non sono ritenuti idonei e sufficienti a certificare il valore dell’immobile ed a giustificare l’avvio di un accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate. Per sostenere “la pretesa impositiva legata al maggior valore dei beni” occorre tenere in considerazioni ulteriori parametri, intrinseci ed estrinseci, quali, fra gli altri, l’esistenza di vincoli di edificabilità e, quindi, la rispondenza con gli strumenti urbanistici vigenti, l’ubicazione, lo stato delle opere di urbanizzazione.

Come noto, ai sensi dell’art. 51 del Testo Unico del Registro: “si assume come valore dei beni o dei diritti quello dichiarato dalle parti nell’atto e, in mancanza o se superiore, il corrispettivo pattuito per l’intera durata del contratto. Per gli atti che hanno per oggetto beni immobili o diritti reali immobiliari, si intende per valore il valore venale in comune commercio. l’Ufficio del registro, ai fini dell’eventuale rettifica, controlla il valore di cui al comma primo avendo riguardo ai trasferimenti a qualsiasi titolo e alle divisioni e perizie giudiziarie, anteriori di non oltre tre anni alla data dell’atto o a quella in cui se ne produce l’effetto traslativo o costitutivo, che abbiano avuto per oggetto gli stessi immobili o altri di analoghe caratteristiche”.

Pertanto, come confermato dalla Cassazione, il “valore venale in comune commercio” che costituisce la base imponibile ai fini dell’imposta di registro, va definito non solo in riferimento ai valori OMI, ma in relazione a una serie di altri parametri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here